Il Festival

Rovereto, 11 - 12 novembre 2016

1) Anteprima festival
Nella serata di Giovedì 11 novembre è previsto un evento di restituzione dell’esperienza vissuta da un gruppo di 30 studenti dell’Istituto Fabio Filzi di Rovereto, coordinati dal prof. Matteo Cattadori, che, dopo una lunga preparazione – didattica, scientifica, e organizzativa – hanno preso parte dal 20 al 30 Luglio 2016 ad una visita di istruzione presso le Isole Svalbard. Il programma della visita ha incluso diverse attività connesse a tematiche inerenti la meteorologia ed il clima. La serata sarà un’occasione per presentare al pubblico una sintesi di questa ricca esperienza 
2) Ciclo di conferenze
Il programma dell'edizione 2016 del festival ruota intono alla domanda: "Quanto vale la meteorologia?". Gli interventi dei relatori declineranno i vari aspetti del valore della meteorologia negli ambiti più diversi.
In effetti, chi conosce veramente la storia della meteorologia italiana? Una comunità che ignora il proprio passato fatica a progettare il proprio futuro. Per questo si parlerà del valore della storia della meteorologia italiana, e di come riscoprirla a partire dalle fonti, spesso non ancora pubblicate se non molto parzialmente.
Ma il valore della meteorologia si valuta anche in base alla capacità di ottimizzare l'uso delle risorse. Dopo aver parlato dell'acqua, un altro tema di grande attualità è costituito dal binomio energia e ambiente. Questo trova una felice sintesi nelle risorse energetiche rinnovabili: infatti eolico, solare, idroelettrico sono tutti ambiti nei quali la valutazione meteorologica è essenziale, e il suo valore proporzionale all'entità della risorsa da gestire.
Infine, come sempre, il valore della comunicazione: comunicare bene la meteorologia, a tutti i livelli - nella scuola, nelle realtà museali, sui media – ha un valore inestimabile per la crescita di una società consapevole delle potenzialità e dell’importanza della formazione e dell’informazione in meteorologia.  
3) Area Expo
Presso il Polo Tecnologico di di Trentino Sviluppo verranno predisposti gli stand delle aziende, dei servizi meteorologici, degli enti istituzionali, delle associazioni. Nell’area expo verranno anche organizzati eventi di richiamo e ritrasmesse in tempo reale le conferenze in corso presso la sala conferenze.
4) Collegamento con la base Concordia in Antartide
Riprendendo la positiva esperienza dell’anno precedente, che ha riscosso un notevole successo di pubblico, verrà riproposto il collegamento in diretta con i ricercatori italiani presso la Base Concordia in Antartide. Quest’anno l’iniziativa si avvantaggia della presenza Rovereto del dott. Lorenzo Moggio, che ha trascorso diversi mesi presso la base nell’ambito della sua collaborazione con il Piano Nazionale della Ricerca in Antartide.
5) Attività didattiche e di diffusione della meteorologia
Il Museo Civico proporrà attività didattiche a tema al fine di coinvolgere non solo gli appassionati del settore ma anche le scuole, le famiglie e la cittadinanza su argomenti di meteorologia.
Attività specificatamente dedicate alle scuole verranno proposte preso la sede del Museo Civico in Borgo Santa Caterina nella giornata di venerdì 11 e nella mattinata di sabato 12 novembre.
Attività divulgative ad accesso libero verranno offerte presso l’area Expo nel pomeriggio di sabato 12 novembre.
6) Mostre
Saranno 5 le mostre allestite dai primi di novembre per accogliere il Festivalmeterologia. Fulminea presso la biblioteca civica "G. Tartarotti", Misurazioni nel passato presso Urban Center, Il cielo in biblioteca presso la biblioteca civica "G. Tartarotti", 1816-2016: duecento anni di osservazioni meteorologiche a Trento e Albert Defant presso il Palazzo Istruzione del Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell'Università di Trento..
7) Concorso fotografico Meteoclick
Meteoclick. L’idea nasce nell’ambito del Festival della Meteorologia dal desiderio di diffondere e consolidare la cultura meteorologica non solo a parole ma anche attraverso le immagini. Il tema centrale del concorso è l’atmosfera con le sue meraviglie e i suoi capricci. Le fotografie possono raccontare tutto quello che succede nello strato dell’atmosfera che più ci è vicino, quel cielo in continua trasformazione di cui si riesce a catturare solo alcuni attimi. La premiazione ufficiale sarà sabato 12 novembre 2016 durante le giornate del Festivalmeteorologia.
8) Concerti
Il Comune di Rovereto organizzerà presso il Teatro Comunale Zandonai nella serata di venerdì 11 novembre un concerto di arpa della musicista Cecilia Chailly Il mio tempo fra nuvole e Tempeste. Invece sabato 12 novembre si terrà un grande concerto 100 voci per il Festival dove si alternerà la coralità del coro Polifonico Voci Roveretane con un'originale connubio tra una banda e due cori provenienti dalla Valle del Chiese che si esibiranno nella Missa Brevis di Jacob de Haan.

Programma pdf

Scarica il programma completo del Festivalmeteorologia

INFORMAZIONI GENERALI

Se non diversamente indicato, tutte le attività del Festival sono ad INGRESSO GRATUITO ed aperte fino ad esaurimento dei posti a disposizione.

Durante le giornate di venerdì 11 e sabato 12 novembre, in concomitanza con le attività del Festival, è previsto un servizio gratuito di navette di collegamento tra il Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo di via Fortunato Zeni e tutte le sedi dove si svolgono le attività del Festivalmeteorologia.

Presso il Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo funzionerà un servizio mensa convenzionato a pagamento diretto.